Due

Vide un uomo urlare con la faccia contratta. Approvò anche lui, forse pensando che la gioia e la crudeltà sono necessarie entrambe. Si perse poi a guardare i meravigliosi giardini che aveva creato per il sublime piacere dei suoi occhi, per l’incanto della sua mente. Alberi giganteschi, viluppi di piante carnose, quei fiori nati dalla terra scura che catturavano tutti i colori del cielo. L’una cosa richiamava e ricordava l’altra: le ciglia della bambina quelle dei cerbiatti in fuga, nascosti nel fitto ventre della selva. I corpi lisci degli alberi, quelli degli uomini che sorreggevano sulle spalle i pesi più inverosimili, scalando come dannati all’inferno enormi montagne nere. La lucentezza di un fiore poteva ricordare l’occhio limpido di un animale, le interiora di un cinghiale sventrato i colori di un tramonto.
E tutto ricordava lui, la sua pelle, il suo sguardo, i suoi sospiri. Appena allontanava gli occhi da quella meraviglia di cui era così fiero, l’azzurro si infittiva, sentiva freddo, l’aria mancava. Era un attimo, poi si ritrovava innanzi a se quelle sfere azzurrine e rossastre.
Bastava che si ricordasse di dare ogni tanto un piccolo tocco, ed esse rotolavano perenni, incoscenti, come sospese.
Anche loro sono io, pensò. Eppure il pensiero lo rattristava ogni volta, non le capiva. Non capiva il perché della loro presenza.
Ed ecco che vide accanto a se la Divina Consorte ergersi in tutta la sua maestosa figura. Barcollando aveva afferrato una sorta di gigantesca lamiera e la scuoteva con tutta la sua forza, producendo un rumore inimmaginabile che animava le sfere e la creazione tutta.
Scoppiò un sorriso di riconoscenza sulla faccia del Demiurgo. Ecco ! ecco cos’è che scordava ogni volta, ecco cos’è che non sapeva.
Entrò la madre nella loro stanza regale gridando, fremente di rabbia:
- “ Se non la smettete immediatamente, vi metto tutti e due in castigo !”
I due si guardarono stupiti.


di
Emanuela Geraci



Se hai una storia da raccontare o dei consigli
scrivici a info@mondo-doula.it

Carissimi/e soci/e e visitatori/visitatrici, dal 22 aprile 2017, l'Associazione di Promozione Sociale Eco Mondo Doula si e' trasformata in Associazione Professionale Mondo Doula, ai sensi della legge 4/2013, cambiando anche la sede legale.

I necessari cambiamenti al sito ed alla documentazione sono in corso e richiederanno un po' di tempo... ci scusiamo per eventuali disagi e/o difformita'.